Ciàula APS

L’associazione di promozione sociale Ciàula nasce nel novembre 2015, dalla necessità, da parte di un folto gruppo di ragazzi nevianesi di esprimersi attraverso linguaggi nuovi e sperimentali, stimolando una continua ricerca di idee con la costante voglia di mettersi alla prova ed apprendere.

L’obiettivo primario è la realizzazione di una realtà nella quale sperimentare la collettività e la bellezza e favorire lo scambio di esperienze e competenze affinché le idee possano assumere la forza della realtà.

“Crediamo​ ​fortemente​ ​nel​ ​valore​ ​delle​ ​idee​ ​che​ ​sulla bilancia​ ​del​ ​mondo​ ​hanno​ ​il​ ​peso​ ​ell’umanità”

Ciàula come laboratorio di idee

L’associazione oltre a stimolare la nascita di nuove idee, opera con l’intento di contribuire alla promozione, alla salvaguardia e alla preservazione del patrimonio storico, artistico e ambientale di Neviano e di tutto il territorio salentino.

La​ ​struttura:

L’associazione, oltre ad utilizzare la sede legale come punto di appoggio per assemblee e incontri vari, possiede, tramite regolare contratto d’affitto, un terreno sito in agro di Neviano di circa aree 16,7 e adibito a vigneto.

Del mese di Luglio 2017 Ciàula ha in gestione uno stabile di fine ‘800 di circa 140 mq. L’immobile, nato come frantoio oleario e successivamente adibito prima a stalla e poi a teatrino delle marionette, è rimasto chiuso al pubblico per moltissimo tempo, fino ad essere affidato alla nostra associazione con un regolare contratto di comodato d’uso gratuito della durata di 10 anni.

Gli associati, per lo più originari di Neviano, sono studenti e lavoratori dislocati non solo sul territorio salentino ma anche nel resto d’Italia.

Gli​ ​obiettivi:

la nostra associazione si pone i seguenti obiettivi:

  • Creazione​ ​di un movimento di coscienze e di pensiero che lavori per lo sviluppo socio-economico nel rispetto dell’ambiente e del proprio patrimonio paesaggistico, ambientale e culturale;
  • Valorizzazione​ ​di Neviano e di tutto il territorio rurale salentino, focalizzando l’attenzione su vigneti ed agrumeti abbandonati;
  • Scoperta​ ​e riscoperta dell’agricoltura naturale, dei vecchi trattamenti e dei segreti per curare la flora locale senza l’utilizzo di agenti chimici, in un’ottica di modernità e innovazione;
  • Condivisione​ ​di esperienze personali e collettive con le altre associazioni del territorio salentino e non, al fine di dare vita ad una rete associativa comune.
Condividi su